Chi si rivede! I siti statici!

Da anni eravamo ormai abituati ad affidarci ai CMS più disparati: Joomla, Drupal e soprattutto Wordpress, arrivato alla sua quinta versione e sempre più performante.. e sempre più pesante. Wordpress: da qui scarichi il .tar.gz e una volta scompattato hai oltre 42 mega da caricare via FTP sul tuo hosting.. Che se hai bisogno di costruire un sito per un amico che vuole farsi pubblicità per una ditta di idraulica, un paio di pagine web con foto e contatti, onestamente i mega di cui sopra, sono troppi. E allora leggendo tra le alternative che stanno prendendo campo, headless CMS, mi sono imbattuto in Jekyll E scopro un mondo interessante, per la maggior parte scritto in inglese ma davvero tutto da scoprire: Markdown, Liquid, HTML & CSS cita il sito ufficiale.

Niente DB, niente temi da scaricare, plugin da caricare, aggiornare e utilizzare.

sito di prova su danimog.github.io

Così mi metto ad armeggiare e mi imbatto in un progetto su github che può fare al caso mio (volevo ricostruire un piccolo sito, blog e portfolio): Grape Theme -> https://github.com/naye0ng/Grape-Theme Fork del progetto, cambio colori, cambio di alcune impostazioni ed inizio a lavorarci. Dopo un paio d’ore il risultato diventa interessante: bootstrap 4, font e icone utilizzabili senza “freni” e facilità d’uso.